Orientamento sportivo (Orienteering)

Una gara di orientamento consiste nel trovare la strada più veloce per arrivare dal punto di partenza a quello di arrivo, passando per tutti i punti di controllo.
CartinaI percorsi tracciati sono, naturalmente, sconosciuti ai concorrenti (e diversi tra loro in base alle categorie), fino al momento in cui al via viene consegnata ai concorrenti la cartina (mappa).
Sulla cartina sono segnati con un triangolo la partenza e con un doppio cerchio concentrico l’arrivo, con diversi cerchi numerati in sequenza, le postazioni di controllo (visualizza esempio).Partenza di gruppo
Con l’aiuto di una bussola e leggendo la mappa, il concorrente decide il suo tragitto e cerca di arrivare al traguardo nel minor tempo possibile avendo apposto sul proprio cartellino la punzonatura di tutti i punti di controllo indicati sulla sua carta ed inerenti alla sua categoria.
Le punzonature devono succedersi secondo la sequenza indicata sulla carta.
Il punto di controllo consiste in una lanterna di stoffa bianca e arancione munita di punzonatrice (vedi figura).

Consultando la mappa
Consultando la mappa

La lanterna
La lanterna

Sei interessato a scoprire meglio quest’attività? Iscriviti al corso di Orientamento! Per informazioni contatta Giorgio Portinari:

Scarica il volantino del corso di Orienteering!

 

Orientamento in montagna

Orientamento in montagnaIn montagna, sia in ambiente invernale che estivo, è importante sapersi orientare e conoscere la propria posizione, non solo con l’ausilio del GPS, ma anche con una cartina e bussola.
Vuoi assumere padronanza nell’orientamento in montagna e nell’utilizzo di questi strumenti? Iscriviti al corso di “Orientamento in montagna”!

Per informazioni contatta Giorgio Portinari:

Orientamento in montagna con mappa e bussola
Orientamento in montagna con mappa e bussola

Orientamento in montagna con il GPS
Orientamento in montagna con il GPS